Ven. Apr 12th, 2024

Tra non molto la colonnina di mercurio del termometro inizierà a salire, segno che le ore calde e le temperature stanno aumentando altrettanto fino a far boccheggiare per colpa dell’insopportabile afa. Significa che un po’ dappertutto, tra case privati, uffici e negozi, i climatizzatori d’aria ricominciano ad accendersi poiché sono dispositivi diventati quasi indispensabili soprattutto in città dove la temperatura percepita è sicuramente maggiore.

Tuttavia, prima di riaccendere il climatizzatore d’aria dopo un periodo di inattività, è necessario pulirlo in maniera accurata. La prima cosa da fare prima di riavviare il condizionatore dopo un periodo di stop riguarda sicuramente l’igienizzazione. Va infatti disinfettato per garantire la salute e la sicurezza.

Come igienizzare il condizionatore d’aria

Per procedere è necessario scollegare il dispositivo dalla corrente elettrica, consiglio da seguire ogni volta che si esegue una manutenzione per grande o piccola che sia su ogni genere di dispositivo.

Si smontano poi i filtri dell’aria che vanno puliti e igienizzati a fondo utilizzando della semplice acqua calda e un prodotto disinfettante. Con una spugna oppure uno strofinaccio, è necessario strofinare per bene affinché il prodotto penetri completamente.

Una volta terminata la pulizia, i filtri vanno fatti asciugare in modo naturale esponendoli all’aria aperta, preferibilmente al riparo dal vento. Possono essere rimontati solo una volta che sono completamente asciutti. Fatto ciò, si può azionare il condizionatore d’aria perché rinfreschi l’ambiente e via finalmente sollievo dalla canicola estiva.

Invece, per quanto riguarda il motore elettrico che si occupa di emanare aria fresca e, la pulizia va fatta fare a un valido tecnico della manutenzione e assistenza condizionatori a Roma. Il motivo è piuttosto semplice: si tratta di un elemento assai delicato da pulire e disinfettare. Metterci mano e farlo in autonomia potrebbe significare danneggiare l’intero impianto, soprattutto nel momento in cui si fa ricorso a prodotti non idonei.

Le operazioni di pulizia annuale andrebbero fatte all’incirca una volta l’anno, preferibilmente nel mese di maggio o inizio giugno prima di azionare il condizionatore quando le temperature si fanno molto intense o addirittura insopportabili.

Di Grey