Ven. Apr 12th, 2024

Il galateo del funerale prescrive alcune regole da rispettare anche durante il delicato momento del lutto. Essendo una situazione piuttosto particolare, occorre attenersi a quanto vuole il buon costume per evitare di sbagliare e offendere qualcuno.

Come si portano i fiori al funerale

Diverse persone ancora oggi sbagliano e commettono una inesattezza quando si tratta di portare dei fiori a un funerale. Una qualunque composizione per il funerale, anche semplicemente un mazzo di fiori o una pianta in vaso non va mai consegnata a mano di persona. Non vanno nemmeno inviate a domicilio, altro tipico errore che si vede in queste circostanze.

Devono essere recapitati presso la chiesa o il luogo dove si tiene la cerimonia prima dell’inizio del rito. Generalmente, della consegna si occupa il fioraio, sebbene il compito di sistemare e poi trasportare tutti i fiori spetti all’agenzia di onoranze funebri a Milano.

Cosa scrivere per accompagnare i fiori

In particolare quando si tratta di corone o di croci floreali, è usanza che sia presente un nastro. Di solito, si scrive una frase consolatoria sul lato sinistro mentre su quello destro il nome di chi ha donato la composizione. Per quanto riguarda la frase consolatoria, non bisogna di certo dilungarsi ma bastano alcune formule come con affetto, in memoria.

Invece, quando si parla di fiori e altre composizioni meno vistose, sul biglietto è bene scrivere semplicemente il nome di chi li ha inviati. Naturalmente, si può aggiungere una piccola frase che esprima cordoglio come il classico sincera condoglianze.

Di solito, frasi e dediche più personali sono da riservare alle persone che avevano un rapporto più particolare. Vale a dire che le persone particolarmente vicine alla persona venuta a mancare possono scrivere un biglietto molto più personale e sentito discostandosi dalle forme standard utilizzate solitamente per le condoglianze.

Infine, occorre ricordare che in certi casi, i familiari della persona venuta a mancare preferiscono delle opere di bene al posto di ricevere degli omaggi floreali; questa volontà spesso espressa sul necrologio, va sempre rispettata.

Di Grey