Mar. Lug 16th, 2024

Il climatizzatore d’aria è un dispositivo che ha bisogno di esser pulito periodicamente con grande attenzione. Infatti, la pulizia del condizionatore risulta essere una delle parti più importanti di un servizio periodico di manutenzione e assistenza condizionatori a Roma.

Detto ciò, arriva il di vedere più da vicino come si esegue la pulizia periodica dei filtri dell’aria che hanno il compito di intrappolare tutta la sporcizia presente nel flusso d’aria prelevato dall’esterno prima che venga immesso e introdotto nel perimetro domestico. Con il passare del tempo, è abbastanza normale e comuni che della sporcizia si depositi all’interno del filtro provocando diverse conseguenze problematiche tra cui la formazione di un terreno fertile per la proliferazione di pericolosi batteri che vengono poi trasportati all’esterno tramite delle microscopiche goccioline di condensa. Inoltre, una mancata pulizia potrebbe altresì causare un eccessivo rumore.

I filtri del condizionatore d’aria non sono tutti uguali e le loro differenze determinano anche la modalità con cui si interviene per pulirli.

Filtri a carboni attivi: come si puliscono e sostituiscono

Il filtro a carboni attivi va pulito utilizzando semplicemente acqua e un detergente neutro. È altamente sconsigliabile utilizzare ogni altro tipo di prodotto se non specificatamente consigliato sul libretto di istruzioni o dal tecnico della manutenzione e assistenza condizionatori a Roma.

Il filtro lavato andrebbe asciugato all’aria, preferibilmente non sotto i raggi diretti del sole. Sarebbero da evitare anche fonti di calore eccessive come asciugacapelli e simili. Può essere rimontato in sede solo una volta perfettamente asciutto.

Occorre però ricordare che il filtro a carboni attivi ha comunque una vita utile abbastanza breve e va sostituito all’incirca ogni sei mesi. In generale, si consiglia di far intervenire un valido tecnico della manutenzione e assistenza condizionatori a Roma poco prima dell’inizio della stagione calda, momento in cui naturalmente si sfrutta di più il dispositivo, proprio perché sostituisca ex novo questa parte.

Filtro antipolvere: come si pulisce

Invece, il filtro antipolvere è molto più facile da trattare poiché è sufficiente spolverarlo con un piumino oppure una bocchetta piccola dell’aspirapolvere. Nei casi più problematici vale comunque la pena far ricorso al lavaggio seguendo le istruzioni valide per i filtri a carboni.

Di Grey